menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinema Massimo, Messner racconta la traversata dell'Antartide di Shackleton

Il re degli ottomila narrerà ai torinesi una delle più grandi imprese nella storia moderna dell'esplorazione

Reinhold Messner sarà questa sera, lunedì 27 marzo, al Cinema Massimo racconterà "Wild!". Si tratta di una rappresentazione a cura di CinemAmbiente e il Circolo dei Lettori che si snoda attorno all'incredibile avventura antartica dell'Endurance di Ernest Shackleton, avvenuta tra il 1914 e il 1917, e che quest'anno celebra un secolo esatto dalla sua tappa conclusiva. E sarà proprio Messner a vestire gli abiti del narratore dell'impresa, forse la più epica nella storia moderna dell'esplorazione. 

Lo spettacolo, allestito con la regia di Alessandro Filippini, si sviluppa grazie all'utilizzo di fotografie, grafici, cartine ed eccezionali filmati d'epoca che Messner, il re degli ottomila, illustrerà puntando soprattutto sulla dimensione umana e psicologica. È stato Messner tra il 1989 e il 1990 a realizzare il sogno di Shackleton compiendo, insieme al tedesco Arved Fuchs, la traversata a piedi e con gli sci dell’Antartide, passando per il Polo Sud, senza alcun supporto: né di mezzi motorizzati né con l'aiuto di cani 

La storia narrata da Messner è quella della traversata del Polo Sud del britannico Ernest Shackleton, che già aveva partecipato, senza successo, a due tentativi di raggiungere il punto più meridionale della Terra.  Egli decise di tentare la nuova, grande sfida ed era salpato alla vigilia della Prima Guerra Mondiale con un equipaggio di 27 uomini.

Ma la nave Endurance restò intrappolata e stritolata dai ghiacci del Mare di Weddell e quella che doveva essere l’esplorazione del luogo più irraggiungibile della Terra si trasformò in un’incredibile lotta per la sopravvivenza: mesi e mesi nel gelo e nella lunga notte antartica, lontani dalla civiltà e senza alcuna speranza di poter essere soccorsi. Una prova “impossibile”, che Shackleton, con Frank Wild - il suo secondo uomo per l'impresa -, riuscì a trasformare nella più grande ed emozionante storia di salvataggio di ogni tempo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento