Cronaca

81 milioni di euro per l'obbligo formativo in Piemonte

Per recuperare la dispersione scolastica e formativa con interventi mirati sui giovani con meno di 18 anni la Giunta Regionale, con la direttiva dell'assessore Porchietto, stanzia una cifra importante

La Regione Piemonte si pone traguardi precisi riguardo all'obbligo formativo. La direttiva, presentata dall'assessore Claudia Porchietto, e approvata oggi dalla Giunta, ha l'obiettivo di recuperare la dispersione scolastica e formativa con interventi mirati sui giovani con meno di 18 anni, in possesso della licenza media, ma privi di qualifica o altro titolo di scuola secondaria

Per il 2011-12 è prevista una spesa complessivadi 81 milioni di euro. Resi noti anche gli indirizzi per la gestione nel quadriennio 2011-2014 della formazione iniziale, finalizzata ad assolvere l'obbligo di istruzione, delle azioni per qualificare gli adolescenti in uscita dal sistema scolastico e favorirne l'occupazione.


Sono stati presentati anche i progetti per recuperare la dispersione scolastica e formativa e i percorsi sperimentali per il rilascio del diploma professionale di tecnico. In Piemonte si cercherà di costruire un'offerta conforme alle aspettative dei ragazzi e delle famiglie - sostiene la Giunta - che manifestano la volontà di adempiere all'obbligo di istruzione avvalendosi del sistema della formazione professionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

81 milioni di euro per l'obbligo formativo in Piemonte

TorinoToday è in caricamento