rotate-mobile
Cronaca

Referendum sulla caccia: l'abrogazione della legge è legittima

La Commissione di Garanzia del Consiglio regionale ha espresso parere di legittimità sull'articolo della finanziaria con cui il 5 maggio è stata abrogata la legge regionale sulla caccia in Piemonte

L'abrogazione della legge regionale sulla caccia in Piemonte è legittima: a confermarlo è stata la Commissione di Garanzia del consiglio Regionale con una larga maggioranza.

Il via libera alla cancellazione della legge sulla caccia è stato dunque dato. La conseguenza, già nota, è che il referendum programmato per il 3 giugno non si farà e in Piemonte entrerà in vigore la normativa nazionale sull'argomento.


Il referendum ha trovato una soluzione che non trova ovviamente tutti d'accordo. Uno di questi è il consigliere regionale Andrea Stara di "Insieme per Bresso", che ha già annunciato il ricorso al Tar: "La cancellazione é sbagliata, e il referendum è solo rinviato. Se ne riparlerà l'anno prossimo, insieme alle politiche. La Giunta regionale - sostiene  ancora Stara - si è servita di un escamotage per timore di dare la parola ai piemontesi. Nei prossimi giorni con il Comitato promotore presenterò ricorso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum sulla caccia: l'abrogazione della legge è legittima

TorinoToday è in caricamento