Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Concorso scuola, le reazioni al test tra speranze e delusioni

Sono 15 mila, in Piemonte, gli insegnanti che aspirano ad uno dei 604 posti di ruolo destinati alla regione. Oggi c'è stata la prima prova di preselezione. "In tutta sincerità - spiega un'insegnante- il test era fattibile, ma lavorando e con una famiglia da mandare avanti è stato difficile prepararsi"

Esulta Barbara, 38 anni, da 7 anni insegnante in una scuola media di Piossasco: "Prova superata!". E' raggiante, questa mattina ha superato la prova preselettiva del 'concorsone' per docenti. "La prova era molto difficile quindi abbiamo dovuto prepararci bene", commenta la candidata all'uscita dall'Istituto Tecnico 'Amedeo Avogadro' di Torino.

"Ora - dice - voglio solo festeggiare e passare di ruolo". Al termine del test ogni candidato può visualizzare il risultato conseguito sulla postazione assegnata.

Per il superamento della preselezione è necessario conseguire un punteggio non inferiore a 35/50. Cristina, 33 anni, da 13 insegnante in una scuola materna, non ce l'ha fatta: "Prova non superata, ma me lo aspettavo".

"In tutta sincerità - spiega - il test era fattibile, ma lavorando e con un figlio e una famiglia da mandare avanti è stato difficile prepararsi. Del nostro gruppo, solo una persona su 6 ha superato la prova".

Sono 15 mila, in Piemonte, gli insegnanti che aspirano ad uno dei 604 posti di ruolo destinati alla regione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso scuola, le reazioni al test tra speranze e delusioni

TorinoToday è in caricamento