Due fratelli e un (giovanissimo) cugino rapinano i passanti aggredendoli con la pistola giocattolo: presi

Un ragazzo è finito in ospedale

La pistola giocattolo sequestrata alla banda dai carabinieri

Avvicinavano i passanti e li rapinavano di soldi e telefoni cellulari utilizzando una pistola finta per minacciarli. Tre brasiliani, due fratelli di 22 e 20 anni e un loro cugino di 16 anni, residenti a Orbassano, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Beinasco la notte di sabato 9 marzo 2019.

Sono stati rintracciati dopo che, in strada Rivalta a Orbassano, avevano rapinato del cellulare un 17enne del luogo, colpendolo ripetutamente alla testa con l'arma e provocandogli ferite giudicate guaribili in 10 giorni dai sanitari dell'ospedale San Luigi.

Le indagini hanno permesso di stabilire che poco prima a Torino, con lo stesso modus operandi, in via Pinerolo e in corso Vigevano, avevano derubato un 42enne del cellulare e di 40 euro in contanti e, cercato di fare lo stesso con un 32enne che però era riuscito a fuggire in bicicletta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La pistola giocattolo è stata trovata successivamente al loro arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • L'eclissi penombrale della Luna Fragola: questa sera il vero spettacolo è nel cielo

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

Torna su
TorinoToday è in caricamento