Due fratelli e un (giovanissimo) cugino rapinano i passanti aggredendoli con la pistola giocattolo: presi

Un ragazzo è finito in ospedale

La pistola giocattolo sequestrata alla banda dai carabinieri

Avvicinavano i passanti e li rapinavano di soldi e telefoni cellulari utilizzando una pistola finta per minacciarli. Tre brasiliani, due fratelli di 22 e 20 anni e un loro cugino di 16 anni, residenti a Orbassano, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Beinasco la notte di sabato 9 marzo 2019.

Sono stati rintracciati dopo che, in strada Rivalta a Orbassano, avevano rapinato del cellulare un 17enne del luogo, colpendolo ripetutamente alla testa con l'arma e provocandogli ferite giudicate guaribili in 10 giorni dai sanitari dell'ospedale San Luigi.

Le indagini hanno permesso di stabilire che poco prima a Torino, con lo stesso modus operandi, in via Pinerolo e in corso Vigevano, avevano derubato un 42enne del cellulare e di 40 euro in contanti e, cercato di fare lo stesso con un 32enne che però era riuscito a fuggire in bicicletta.

La pistola giocattolo è stata trovata successivamente al loro arresto.

Potrebbe interessarti

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • San Lorenzo a Torino: i posti migliori per ammirare le stelle cadenti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

I più letti della settimana

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Bomba d’acqua nella cintura sud-est di Torino: tetti scoperchiati, allagamenti e alberi caduti

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • L'auto sbanda, va contro il guardrail poi finisce fuori strada: morti marito e moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento