Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Accusato di cinque rapine, incastrato da un neo e da un tatuaggio

Il bandito, un 38enne, è stato arrestato dai carabinieri. E' stato immortalato dalle telecamere delle banche

Rapinava banche e supermercati a volto scoperto e armato di taglierino, ma proprio il non indossare maschere lo ha incastrato.

Il bandito, un italiano di 38 anni residente a Cirié, è stato arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri dopo una breve indagine che ha consentito di attribuirgli cinque colpi, che gli hanno fruttato un migliaio di euro ciascuno.

Il primo episodio al supermercato Ekom di corso Vigevano 46 a Torino lo scorso 20 agosto; il secondo alla Banca Intesa Sanpaolo di via Cossa 96 a Torino lo scorso 19 settembre; il terzo (fallito) e il quinto ai danni della banca Credito del Piemonte di Gassino Torinese, sempre il 20 settembre; il quarto (fallito) alla Banca Intesa Sanpaolo di corso Sebastopoli 267 a Torino, anche in questo caso il 20 settembre.

I carabinieri lo hanno sorpreso in strada a Torino dopo che la procura aveva spiccato, nei suoi confronti, un decreto di fermo di indiziato di delitto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di cinque rapine, incastrato da un neo e da un tatuaggio

TorinoToday è in caricamento