Col coltello minaccia un ragazzo, si fa consegnare il cellulare e scappa in auto: preso poco dopo

Gli aveva chiesto anche tutti i soldi

immagine di repertorio

Ha minacciato con un coltello un ragazzo che passeggiava nel centro di Almese costringendolo a consegnargli il cellulare e chiedendogli anche tutti i soldi contenuti nel portafogli, che però la vittima si è rifiutata di consegnargli, e poi è balzato su un'auto fuggendo via.

La fuga del rapinatore, un italiano di 30 anni in azione la sera di martedì 15 settembre 2020, è durata però pochissimo perché poco dopo la vettura è stata bloccata da una pattuglia della stazione cittadina dei carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bandito è stato immobilizzato, gli è stato sequestrato il coltello ed è stato recuperato il telefono cellulare, riconsegnato al 26enne che aveva subito la rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento