Gli negano 10 euro e vengono presi a pugni, identificato l’aggressore

Entrambi gli episodi in San Salvario. Il malvivente si serviva anche di un cane per intimorire le vittime di rapina

Immagine di repertorio

Ad un rapinatore 29enne cuneese è stata notificata l’ordinanza di custodia cautelare - emessa dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Torino - mentre si trovava già rinchiuso nel carcere di Genova, arrestato precedentemente per detenzione e spaccio di droga.

I militari della stazione carabinieri Torino Borgo San Salvario hanno accertato che il giovane, la sera del 18 febbraio 2016, si è reso responsabile di due rapine consumate nel quartiere San Salvario.

Due passanti, scelti a caso, sono stati presi a pugni dal rapinatore in quanto hanno negato al 29enne un “prestito” di 10 euro. Il malvivente avvicinava le vittime chiedendo loro indicazioni su un dormitorio e poi domandava: “Mi dai 10 euro?”.

Al diniego intimoriva gli aggrediti con un cane e infine sferrava loro alcuni pugni. Sono stati entrambi i malcapitati a riconoscerlo.   

 
 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio da favola per Cristina Chiabotto e Marco Roscio: la festa alla Reggia

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Ragazzo di 18 anni si butta dal quarto piano, è gravissimo

  • Addio a Giuseppe, il papà con la passione della auto storiche, e alla figlia Nicole

  • Cede la montagna: grossa frana si stacca da un versante

Torna su
TorinoToday è in caricamento