menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rapina da 40 mila euro, riconosciuto l’autore grazie alle telecamere: arrestato

Manca il complice all’appello

Dopo oltre due mesi dalla rapina a mano armata all’ufficio postale di corso Casale, gli uomini della squadra mobile hanno individuato uno degli autori del gesto che è stato arrestato e tradotto in carcere. E’ un italiano 62enne riconosciuto grazie ad una minuziosa analisi delle immagini dell’impianto di videosorveglianza che ha consentito agli operatori di smascherarlo, nonostante il travisamento, in base alla corporatura ed al modo di muoversi. 

La rapina a mano armata all’ufficio postale

Il 3 aprile scorso il 62enne, insieme ad un complice, aveva rapinato l’ufficio postale di corso Casale riuscendo a fuggire con 40mila euro. In quell’occasione i due individui, travisati e armati di coltello e cacciavite, si sono posizionati all’interno del cortile del palazzo che ospita l’ufficio postale ed hanno atteso che arrivassero le impiegate per l’apertura mattutina. In seguito, hanno minacciato le donne costringendole a farli entrare e ad aprire il forziere. Una volta impossessatisi del bottino hanno chiuso le commesse all’interno dello sgabuzzino per poi fuggire.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento