menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina distributore a Venaria, tradito da una banconota spezzata

E' stato incastrato da una banconota rimasta strappata durante la rapina che aveva appena commesso ai danni di un benzinaio. In manette un ragazzo di 20 anni noto alle forze dell'ordine

Tradito da una banconota da 50 euro spezzata. Così la Polizia è riuscita ad accertare la colpevolezza di Alessio D., ragazzo di 20 anni, che nella giornata di ieri ha rapinato un distributore di benzina a Venaria.

Il colpo è stato messo a segno in corso Garibaldi. Il ventenne è arrivato a bordo di uno scooter rubato e, armato di pistola giocattolo, si è fatto consegnare i contanti dal gestore della stazione Eni. Banconote per un totale di 380 euro che il giovane rapinatore ha letteralmente strappato dalle mani della sua vittima. Il gesto irruento è costato lo strappo di una banconota da 50 euro: metà se l'è messa in tasca il malvivente, l'altra metà è caduta a terra vicino alle pompe di benzina.

Lasciato a terra lo scooter con cui era arrivato, il giovane è scappato verso via Druento a piedi. Allertate le forze dell'ordine, è scattata la caccia al rapinatore, grazie alla descrizione fornita dal gestore del distributore.

Ipotizzando che potesse aver compiuto la rapina proprio Alessio D., visto che aveva già precedenti, gli agenti si sono appostati sono casa sua. All'arrivo lo hanno fermato e perquisito le tasche, trovando all'interno i 380 euro, provento della rapina, e la banconota da 50 euro spezzata a metà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento