Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca Via Don Cibrario

Rapine in tabaccheria, nuovo arresto per l’autore del colpo in corso Belgio

Il provvedimento per via di un fatto analogo avvenuto a Cuorgnè, dove il malvivente aveva rapinato un esercizio per poi minacciare col coltello un passante

L'arrestato ripreso durante il colpo in corso Belgio, avvenuto il 16 dicembre scorso

Si trovava già in carcere per la cruenta rapina ai danni della tabaccheria di corso Belgio, quando è stato raggiunto da un nuovo provvedimento cautelare per un fatto analogo avvenuto a Cuorgnè. 

Stiamo parlando di Chuberidge Shota, georgiano di 26 anni, a cui i carabinieri della stazione di Cuorgnè hanno notificato l’arresto per via della rapina alla tabaccheria di via don Cibrario, avvenuta a Capodanno. In quell’occasione, era mattina presto, Shota aveva rubato cinquanta gratta e vinci per poi scappare via (QUI IL VIDEO DELLA RAPINA), non prima di aver minacciato con un coltello un passante che aveva cercato di fermarlo.

Dalle analisi delle telecamere di videosorveglianza dell’esercizio, i militari hanno accertato che il malvivente era lo stesso che, il 16 dicembre scorso, aveva rapinato il negozio di corso Belgio 54/A in compagnia di un suo connazionale 31enne. Non solo. Prima di fuggire col bottino - 4500 euro in contanti e 6mila euro di gratta e vinci - i due si erano accaniti con violenza nei confronti del titolare, un 64enne cinese, procurandogli gravi lesioni con un grosso coltello. La vittima, ferita al volto e a un occhio, era stata trasferita all’ospedale San Giovanni Bosco e di lì direttamente all’Oftalmico, per essere operata. 

Anche in quell’occasione le telecamere avevano registrato l’intera scena, permettendo alla polizia di arrestare i due rapinatori e condurli in prigione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in tabaccheria, nuovo arresto per l’autore del colpo in corso Belgio

TorinoToday è in caricamento