rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Santa Rita / Via Gorizia, 148

Si fanno prestare l’auto “per andare a fare la spesa”, ma in realtà per una rapina al supermercato

Arrestati dopo 6 mesi di indagini

I carabinieri della compagnia Torino Mirafiori, dopo una lunga attività investigativa, hanno arrestato un 56enne e un 45enne in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere (casa circondariale “Lorusso e Cutugno”). I due, italiani del Torinese, sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di una rapina commessa il 6 agosto 2021 alle 20 circa al supermercato "Md" di via Gorizia 148 a Torino. I rapinatori quel giorno agirono in due, di cui uno armato di coltello, e con la mascherina sul viso. Insieme arrivarono alla cassa con una bibita e una bottiglia di birra per un totale di spesa di 78 centesimi. Nel corso del pagamento uno dei due, con il coltello, si avvicinò alla cassiera intimando di consegnare quanto custodito in cassa (circa 950 euro di cui portati via 707 euro). I due presero le banconote da 10, 20 e 50 euro lasciando quelle da 5 euro.

L’auto di un’amica utilizzata per la rapina

I militari sono arrivati a loro partendo dalle testimonianze e dalle analisi dei sistemi di video sorveglianza che hanno consentito di raccogliere “gravi indizi di colpevolezza a carico dei due indagati”. Un dipendente aveva rincorso i rapinatori poi aveva visto un’auto allontanarsi di cui aveva preso il numero di targa. Da quanto riscontrato dai carabinieri durante le indagini, i due avrebbero utilizzato per la rapina l’auto di una donna, un mezzo che la donna utilizzava, ma di cui non era la proprietaria. È emerso anche che la donna sarebbe amica di entrambi: ad uno di loro quel giorno aveva prestato l’auto su richiesta per “andare a fare la spesa”, mentre con l’altro uomo, a bordo di quella vettura, era stata fermata per un controllo stradale la sera prima in via Nizza. L’analisi delle intercettazioni telefoniche ha fatto il resto per mettere insieme i vari pezzi del puzzle, compreso un numero di telefono utilizzato da più persone.

Infine i militari hanno incrociato le immagini delle telecamere con i profili social degli indagati. A casa di uno di loro hanno trovato gli indumenti utilizzati dal rapinatore che nel video viene ripreso mentre minaccia la cassiera con il coltello. Si tratta di un uomo con una lunga serie di precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. Tra le particolarità del complice, invece, dai riscontri è emerso un determinato tatuaggio. L’uomo risultava incensurato, salvo due segnalazioni nel 2021 per furti nei supermercati. Rimane da chiarire chi era al posto di guida dell'auto quel 6 agosto 2021 durante la rapina al supermercato di via Gorizia, dal momento che il testimone ha riferito di avere visto i due salire sull'auto già in movimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fanno prestare l’auto “per andare a fare la spesa”, ma in realtà per una rapina al supermercato

TorinoToday è in caricamento