Cronaca Crocetta / Corso Vittorio Emanuele II

Porta Nuova: rapinatore scende dal treno, cade a terra e si rompe il naso

Il malvivente, un campano di neanche vent'anni, è stato arrestato al termine di un inseguimento. Era andato a sbattere contro una persona in attesa sul binario

Ha derubato un passeggero minacciando di accoltellarlo ma, dopo essere caduto rovinosamente a terra, è stato arrestato al termine di un inseguimento. 

Il protagonista di questa storia è un giovane campano di neanche vent’anni residente nel Canavese che, salito di prima mattina a bordo di un treno regionale in partenza da Porta Nuova verso Milano, ha rapinato un 27enne italiano residente nel Lazio. Tuttavia, dopo essere sceso di corsa dal vagone, è andato a sbattere contro una persona in quel momento in attesa al binario, cadendo a terra e ferendosi al volto. 

A quel punto la vittima lo ha raggiunto recuperando i suoi soldi, mentre il giovane rapinatore, rialzatosi, è fuggito verso l’uscita di via Sacchi. Subito al suo inseguimento si sono messi gli agenti del settore operativo Porta Nuova, i quali sono riusciti a rintracciarlo poco dopo nei pressi di una panchina in via Sacchi - mentre riprendeva fiato - dopo aver seguito le macchie di sangue che egli aveva lasciato in terra nel corso della fuga.

Il rapinatore è stato poi accompagnato presso gli uffici della polfer, dove ha ricevuto le prime cure per la ferita al volto. Quindi, riconosciuto dalla vittima, è stato arrestato e accompagnato in ospedale, dove gli veniva diagnosticata la frattura del setto nasale. Da accertamenti successivi è in seguito emerso che il teen-ager aveva a carico diversi precedenti per rapine quando ancora era minorenne, tra cui una commessa nel 2014 a Porta Susa in cui aveva strappato la catenina d’oro a un ragazzo che si era rifiutato di consegnargli i soldi. In quell’occasione, ad arrestarlo era stato un agente fuori servizio della polfer.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Nuova: rapinatore scende dal treno, cade a terra e si rompe il naso

TorinoToday è in caricamento