Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Centro / Piazza XVIII Dicembre

Pugni e manate in piazza XVIII Dicembre: donna aggredita per una sigaretta

La ragazza, ferma ad aspettare il bus, è stata aggredita per una sigaretta. La responsabile è stata fermata da un testimone ed arrestata dalla Polizia

"Visto che non vuoi darmi le sigarette, adesso mi dai tutto quello che hai". E' cominciata così una rissa fra due donne in piazza XVIII Dicembre, avvenuta nel primo pomeriggio di domenica.

La vittima stava attendendo l'arrivo del bus alla fermata, quando è stata avvicinata da una sconosciuta che, vedendola con una sigaretta in mano, le ha chiesto se poteva offrirgliene una. Impaurita che la sconosciuta potesse derubarla, la ragazza le ha riferito di non aver più sigarette. E' stato proprio in quel momento che la malvivente le ha sferrato un pugno al volto, strappandole una ciocca di capelli e si è impossessata della sua borsa.

Un testimone, che aveva appena assisto alla scena, è intervenuto bloccando la responsabile Elena M. fino all'arrivo degli agenti della Polizia. Le perquisizioni effettuate sulla rapinatrice hanno portato al rinvenimento di un coltellino multiuso e di alcuni cellulari sulla cui provenienza la malvivente non è stata in grado di dare spiegazioni, alcuni telepas e vari documenti d'identità intestati ad altre persone. Una di queste, contattata dagli agenti, ha poi riferito di essere stata derubata della propria borsa circa un mese fa.

Le forze dell'ordine hanno dunque arrestato Elena M. per rapina, denunciandola, inoltre per ricettazione, lesioni e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugni e manate in piazza XVIII Dicembre: donna aggredita per una sigaretta

TorinoToday è in caricamento