Minacciano, malmenano e poi rapinano due prostitute: arrestati

Una delle donne percosse ha riportato una lesione alle costole, l’altra lievi contusioni

Immagine di repertorio

Due italiani di 42 anni, entrambi con precedenti di polizia e domiciliati a Borgaro Torinese, sono stati arrestati in flagranza di reato dagli agenti della Polizia di Stato.

Sabato notte, 13 aprile, hanno aggredito tre prostitute nigeriane che si trovavano in via Ala di Stura angolo Veronesi. Gli uomini sono scesi dall’auto e, dopo aver minacciato le donne, ne hanno raggiunto due che hanno malmenato poi si sono impossessati del telefonino caduto ad una di loro.

Gli agenti della Squadra Volante, tempestivamente giunti sul posto, hanno intercetto l’auto con a bordo i due fuggitivi e l’hanno fermata in via Cecchi. Il veicolo utilizzato per compiere il reato e per la fuga è stato sottoposto a sequestro penale nonché a fermo amministrativo, poiché il conducente era alla guida pur avendo la patente revocata.

I due uomini sono stati tratti in arresto per lesioni e per furto in concorso. Il telefonino rubato è stato restituito alla proprietaria. Una delle donne percosse ha riportato una lesione alle costole, l’altra lievi contusioni. 

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Vuoi diventare una persona mattiniera? 6 consigli per un risveglio al top

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Trovato morto nella sua auto nei campi: si è sparato un colpo di fucile

Torna su
TorinoToday è in caricamento