Cronaca Rivalta di Torino

Rapina alle Poste di Rivalta, fermata la banda dei cassaintegrati

Il colpo, messo a segno lunedì a Rivalta, aveva già portato all'arresto di due persone. Le indagini hanno portato al fermo di un terzo complice e di una quarta persona

I carabinieri della Compagnia di Moncalieri hanno arrestato il terzo rapinatore che lunedi scorso, insieme a due soci, aveva rapinato un ufficio postale di Rivalta. Si tratta di Guido E., 46 anni, di Volvera, incensurato e disoccupato. I due complici, Francesco R., 60 anni, e Messauod O., 50 anni, due cassintegrati residenti a Rivalta, erano stati arrestati subito dopo la rapina.

La banda aveva fatto un buco nel muro nella notte e avevano atteso gli impiegati facendosi consegnare una cassetta contenente 31 mila in contanti. Tuttavia non si erano accorti che era partito l'allarme e che l'ufficio era stato circondato dai militari. Il terzo complice era riuscito a fuggire ma è stato identificato immediatamente dai carabinieri che lo hanno rintracciato e arrestato dopo due giorni.

Nell’ambito della stessa attività investigativa i carabinieri hanno arrestato una quarta persona per detenzione di armi. Giuseppe M., 41 anni, un operaio incensurato di Rivalta che nascondeva in casa un Kalashnikov con calcio segato e completo di due caricatori e 126 proiettili dello stesso calibro, più un revolver privo di matricola calibro 7,65, completo di cinque proiettili dello stesso calibro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alle Poste di Rivalta, fermata la banda dei cassaintegrati

TorinoToday è in caricamento