menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo della rapina

Il luogo della rapina

Rapina un 15enne ai giardinetti, la polizia lo arresta grazie a Facebook

L’albanese ha derubato un ragazzo in piazza Risorgimento. Ma attraverso i social gli agenti hanno scoperto il suo volto, individuandolo poco dopo in via Zumaglia

Hanno trovato il suo nome su Facebook e grazie a questo indizio sono riusciti a catturarlo.

È bastata mezz’ora agli agenti della polizia per arrestare due giovani albanesi, autori di una rapina avvenuta nella serata del 24 maggio in piazza del Risorgimento ai danni di un 15enne.

Proprio il 21enne è stato riconosciuto dalla vittima in quanto volto noto nel quartiere. L’albanese, con precedenti a carico, dopo aver fatto sedere il ragazzino su una panchina, lo ha minacciato puntandogli una chiave al collo.

In questo modo si è impossessato del cappellino del 15enne, dello smartphone e di denaro contante. Quando la vittima ha provato a fuggire, lo straniero ha anche colpito al volto l’adolescente che poco dopo ha contattato la polizia raccontando l’accaduto e riferendo il nome dell’aggressore.

Gli agenti hanno utilizzato l’informazione e cercando su Facebook è saltato fuori il volto del delinquente. In pochi minuti gli agenti hanno beccato il ladro ai giardini di via Zumaglia, assieme ad un 19enne che aveva partecipato alla rapina. Entrambi sono stati arrestati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento