"Devi pagare il sacchetto di plastica": lui rapina i negozianti, poi sfascia la vetrina a sprangate

Ma perde il telefonino nella fuga

La spranga utilizzata dal rapinatore per sfasciare la vetrina del negozio

Con una spranga di ferro ha mandato in frantumi. a inizio febbraio 2020, la vetrina del negozio Euro Bangla Store di via Leini 3 perché il proprietario gli aveva chiesto di pagare un sacchetto di plastica. Prima di farlo, il malvivente, un marocchino di 28 anni, ha aggredito il titolare e un commesso portando via 600 euro che erano in cassa.

Nella sua furia il ragazzo ha anche gravemente danneggiato un'auto parcheggiata lì davanti, di proprietà di una residente che è stata costretta a sporgere denuncia e non avrà probabilmente mai un risarcimento.

Il rapinatore ha pensato di farla franca fino a quando si è accorto di avere perso il telefono cellulare durante la fuga. Quando è tornato al negozio per riprenderselo ha trovato i carabinieri del nucleo radiomobile che lo hanno arrestato. Ora deve rispondere di rapina aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

Torna su
TorinoToday è in caricamento