menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpo al Lidl con maschere e pistola, rapinatori però non arrivano a casa

Il bottino di 6mila euro è stato recuperato e riconsegnato al supermercato. Per farselo consegnare hanno minacciato gli addetti con due pistole e poi li hanno chiusi in uno stanzino

Avevano architettato un piano quasi perfetto, ma non è bastato per tornare a casa con il bottino. In manette tre rapinatori usciti dal Lidl di via Passaggio Privato Pianceri con 6mila euro in contanti, sottratti nel momento della chiusura agli addetti dapprima minacciati con due pistole e poi rinchiusi in uno stanzino del supermercato.

Colpo fallito per "colpa" degli agenti di Polizia Stradale che, insospettiti dal comportamento di tre persone a bordo di un'auto, si sono messi al seguito della vettura per vedere dove sarebbe andata. E nel momento in cui i tre sono scesi dal mezzo - risultato rubato due mesi fa - per salire a bordo delle proprie vetture, sono scattati i controlli che hanno permesso di rinvenire i contanti appena rubati, i passamontagna, le maschere in lattice e le due pistola scacciacani utilizzate per minacciare gli addetti del supermercato.

In manette sono finiti tre italiani: due pregiudicati, di 45 e 56 anni, e un ragazzo di 25 anni. Le refurtiva è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.

rapina lidl1-2

rapina lidl2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento