Legano i titolari con fascette di plastica e rapinano la gioielleria, è caccia a tre banditi

L’episodio è avvenuto a Chivasso. I malviventi avevano un passamontagna in testa ed erano armati di pistola e coltello

Prima volevano farsi aprire la cassaforte, poi hanno legato la titolare e il marito e infine sono scappati con orologi e gioielli. È quanto successo questa mattina a Chivasso, dove tre rapinatori hanno derubato la “Gioielleria Renzo Anino”, in via Torino 92.

Coperti da un passamontagna e armati di pistola e coltello, i malviventi hanno dapprima avvicinato i coniugi – una donna di 73 anni e il marito di 84 – mentre stavano uscendo di casa, costringendoli a rincasare. Una volta dentro, tramite una scala interna hanno raggiunto l’oreficeria al piano sottostante.

I tre hanno quindi intimato alla titolare di aprire la cassaforte, ma quest’ultima aveva l’apertura programmata a tempo. Vista questa impossibilità hanno quindi deciso di svuotare cassetti e vetrine per poi fuggire, non senza aver prima legato i due coniugi con delle fascette di plastica.

Dopo essere riusciti a liberarsi, marito e moglie hanno chiamato i carabinieri, che sono intervenuti sul posto e stanno ora compiendo le indagini. Ancora da quantificare l'entità del bottino

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

Torna su
TorinoToday è in caricamento