Cronaca Barca / Via Speranza

"Mi hanno rapinato e ferito a una mano", ma è un'invenzione: denunciati due amici

Non hanno voluto spiegare perché

immagine di repertorio

Aveva denunciato di esssere stato aggredito e ferito a una mano da tre rapinatori, che gli avevano portato via del denaro, la sera del 24 gennaio 2020, ma era tutto inventato. Un suo amico gli ha retto il gioco sostenendo la sua versone. Così due 43enne italiani residenti a San Mauro Torinese sono stati denunciati per simulazione di reato.

Nei giorni scorsi, a metà marzo 2020, l'uomo ha ritrattato tutto, messo alle strette dalle indagini dei carabinieri della stazione cittadina a cui aveva sporto denuncia. Analizzando le immagini delle telecamere poste sul percorso tra il bar in cui era stato e casa sua, in via Speranza, i militari dell'Arma non hanno trovato nulla di anomalo.

Il protagonista della vicenda ha raccontato che la ferita alla mano se l'era procurata da solo, scavalcando una recinzione. Non ha voluto spiegare, però, il perché dell'invenzione della falsa rapina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi hanno rapinato e ferito a una mano", ma è un'invenzione: denunciati due amici

TorinoToday è in caricamento