Litiga con la madre e con la fidanzata e va a rapinare un'agenzia. Poi torna a litigare

Identificato e arrestato a casa

La Compass di corso Grosseto

Ha fatto una rapina nella filiale dell'agenzia Compass di corso Grosseto 85 ma è stato arrestato praticamente in flagrante perché subito dopo è andato a litigare con i propri familiari e con la sua fidanzata.

L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di martedì 24 luglio 2018. Protagonista un italiano di 30 anni che si era fatto consegnare 650 euro dal personale dell'attività dopo essere entrato negli uffici con un cappello con visiera e armato di un grosso coltello.

Quando gli agenti sono arrivati nell'abitazione (poco distante dalla Compass), chiamati dai vicini per la lite in famiglia, hanno riconosciuto l'autore della rapina descritto dagli impiegati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo, che ha problemi di tossicodipendenza e numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, ha ammesso le proprie responsabilità raccontando di avere fatto la rapina dopo una lite con sua madre e con la fidanzata, di cui aveva buttato anche alcuni effetti personali nell'immondizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

Torna su
TorinoToday è in caricamento