Coltello puntato alla gola di un uomo che reagisce al tentativo di rapina: malviventi arrestati

L’uomo era a bordo di un’auto

Immagine di repertorio

Due rapinatori sono entrati in azione nei pressi del supermercato Bennet di Castellamonte per rapinare un uomo a bordo della sua auto, in quel momento in sosta nel parcheggio. Il tentativo di rapina è avvenuto domenica sera, 24 febbraio. I due malviventi, dopo aver osservato e studiato i movimenti dell’automobilista, sono entrati all’interno della macchina, hanno tentato di derubarlo dopo avergli puntato un coltello alla gola.

Le inaspettate urla della vittima hanno colto di sorpresa i due rapinatori che sono scappati. I carabinieri di Castellamonte sono intervenuti immediatamente e hanno arrestato la coppia. Si tratta di un 35enne residente a Cuorgnè e di un 38enne residente a Castellamonte, entrambi italiani, disoccupati e con pregiudizi di polizia. Il coltello utilizzato per la tentata rapina è stato sequestrato. 

L’Autorità Giudiziaria mercoledì 27 febbraio 2019, condividendo le risultanze investigative e il modus operandi, ha convalidato l’arresto e ha disposto per il 35enne l’obbligo di dimora mentre il complice è stato scarcerato in attesa del processo.  
 

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento