Fermati due giovani rapinatori armati di coltello: nel mirino i cellulari delle vittime

Due differenti episodi a Torino e Alpignano

Immagine di repertorio

Contro i reati predatori, nel fine settimana, i Carabinieri del Comando Provinciale di Torino hanno intensificato i controlli sul territorio con pattuglie in uniforme e in borghese.

 A Torino i militari della Stazione Carabinieri Regio Parco hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino rumeno di 20 anni, senza fissa dimora, autore di una rapina avvenuta il 20 maggio scorso nei pressi del parco cittadino “Colletta” ai danni di un 23enne che, all’una di notte mentre camminava a piedi, è stato avvicinato, minacciato con un coltello e costretto a consegnare al malvivente il proprio telefono cellulare.

Ad Alpignano, invece, i militari dell’Arma hanno fermato un cittadino gambiano 22enne senza fissa dimora che si è introdotto all’interno del centro di accoglienza dal quale era stato allontanato. Qui il giovane ha tentato, sotto la minaccia di un coltello, di impossessarsi dello smartphone di un connazionale. Nelle tasche dei pantaloni del 22enne è stato trovato un coltellino con lama di 6 cm.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Tragedia alla fermata a Torino: colpito da un malore, morto sotto gli occhi di numerose persone

  • Primark apre a Le Gru: in arrivo il marchio che fa impazzire le adolescenti di tutto il mondo

Torna su
TorinoToday è in caricamento