Cronaca Aurora / Via Borgo Dora

Si fa aprire la porta con una scusa, poi la rapina mettendole le mani al collo

Malvivente bloccato sul ballatoio

immagine di repertorio

Con la scusa di un bicchiere d'acqua e nominando un conoscente della vittima aveva conquistato la sua fiducia ed era riuscito a farsi a aprire la porta di casa. Per l'anziana proprietaria, però, è subito scattata la violenza.

Giovedì 12 aprile 2018 in via Borgo Dora l'uomo, un algerino di 45 anni, ha messo le mani al collo della signora di 76 anni chiedendole denaro e altri beni. Le urla disperate della donna, però, hanno attratto l'attenzione del vicino che è accorso in suo aiuto.

Il rapinatore, intanto, aveva arraffato un brick di vino e il cellulare della vittima e se l'era data a gambe ma in breve tempo gli agenti della squadra volante della polizia sono arrivati sul posto e lo hanno bloccato sul ballatoio.

Per lui è scattato immediatamente l'arresto per rapina aggravata. Nelle sue tasche l'uomo aveva anche alcuni pezzi di hashish.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fa aprire la porta con una scusa, poi la rapina mettendole le mani al collo

TorinoToday è in caricamento