Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Cavoretto / Corso Moncalieri

Rapine seriali con pistola puntata in faccia, in carcere un 27enne

Il provvedimento nei confronti di Luca Raspino, residente in provincia di Cuneo e responsabile di tre rapine in via Cellini, corso Massimo e corso Moncalieri

Le sue vittime preferite erano i passanti, che affiancava a bordo della sua auto per poi minacciarli con una pistola puntata in faccia e farsi consegnare i soldi.

A finire in manette è stato un 27enne abitante in provincia di Cuneo, tale Luca Raspino, ritenuto responsabile di tre rapine – due tentate e una riuscita – ai danni di altrettanti passanti il 1 marzo scorso a Torino.

L’uomo, a volto scoperto e armato di pistola – poi risultata essere un giocattolo – aveva compiuto i suoi reati rispettivamente in via Cellini, in corso Massino d’Azeglio e in corso Moncalieri. Le prime due vittime, un uomo e una donna, fortunatamente erano riuscite a scappare mentre la terza, una ragazza, si era spaventata e gli aveva consegnato 50 euro: “Bella, mi dai il portafoglio?” erano state le parole rivolte dal rapinatore alla malcapitata.

Tuttavia Raspino non agiva da solo bensì in compagnia di un complice, al momento non ancora identificato. A incastrarlo è stata la targa della sua auto, una Seat Ibiza, segnalata al 112 dalle vittime – le quali hanno poi riconosciuto il volto del 27enne – e identificata dalle immagini di videosorveglianza di alcuni negozi di corso Moncalieri.

Dopo l’arresto, i carabinieri hanno rinvenuto a casa del rapinatore la pistola giocattolo, priva del tappo rosso. Raspino è stato quindi raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, mentre si indaga su altri colpi simili che egli avrebbe potuto compiere nella zona. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine seriali con pistola puntata in faccia, in carcere un 27enne

TorinoToday è in caricamento