Con la scusa di una sigaretta avvicinano e rapinano un uomo davanti a moglie e figli: arrestati

È accaduto due sere fa

Un uomo di 29 anni stava passeggiando nel Parco del Valentino con la moglie e i due figli minorenni, quando due uomini si sono avvicinati con la scusa di una sigaretta. Sono seguite subito minacce verbali di morte e uno dei due malviventi ha poi estratto un coltello per farsi consegnare il telefono cellulare. La vittima ha tentato invano di reagire, ma è stata colpita prima con un pugno poi con un ramo d’albero. 

Le urla dei familiari hanno messo in fuga i rapinatori che sono scappati con il cellulare della vittima. Ottenuta una descrizione dettagliata dei fuggitivi, scattano immediatamente le ricerche dei carabinieri che poco dopo in via Bidone bloccano i due rapinatori di 29 e 39 anni, entrambi di nazionalità marocchina.

Il coltello utilizzato per commettere il reato viene trovato nella tasca di uno degli arrestati e conseguentemente sequestrato. Il telefono rubato, invece, non è stato ancora recuperato perché i fuggitivi se ne sono sbarazzati prima di essere bloccati dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

  • Normativa anticovid, controlli nelle aree verdi di Torino: sanzionati 16 sportivi

Torna su
TorinoToday è in caricamento