Rapisce il cane dello stilista e lo porta a Milano, ma viene individuato: animale riconsegnato

Denunciato anche insulti razzisti

Le agenti con il cane Wisi riportato a casa dal suo padrone

Un italiano di 30 anni residente a Milano è stato denunciato dagli agenti del commissariato Villa San Giovanni della questura di Milano la sera di giovedì 12 settembre 2019 per appropriazione indebita, minacce e diffamazione dopo aver sottratto il cane a uno stilista ivoriano residente nel centro di Torino, titolare del negozio Cy-Ry Shop di via XX Settembre, al quale aveva offerto di portare a spasso l'animale.

La vicenda era iniziata a Torino lo scorso anno, quando il 30enne era entrato nella boutique dello stilista e aveva mostrato subito grande interesse per Wisi, il suo weimaraner di 10 anni, regolarmente iscritto all'anagrafe canina e dotato di microchip. Già allora l'uomo si era offerto di portare l'animale a spasso e il proprietario aveva accettato pur non conoscendolo, "in quanto si trattava di una persona educata", ha poi raccontato agli investigatori.

Lo scorso martedì 10 settembre, il 30enne era tornato con un amico con il pretesto di dover fare un colloquio di lavoro. Ancora una volta, come faceva ogni volta che veniva in città, aveva chiesto di portare Wisi in giro e aveva ottenuto il consenso del padrone. In questa occasione, però, non lo aveva riconsegnato.

Dopo atteso invano tutto il giorno, cercando di contattare telefonicamente il suo interlocutore, l'ivoriano ha denunciato la sparizione agli agenti del commissariato Centro, fornendo il numero di telefono del presunto rapitore. Quest'ultimo il giorno successivo gli ha inviato messaggi vocali minacciosi e pieni di insulti razzisti.

Nel frattempo, però, gli investigatori hanno scoperto che il 30enne viveva a Milano nella zona del commissariato di Villa San Giovanni e ieri lo hanno individuato e denunciato per appropriazione indebita, minacce e diffamazione.

Il cane, risultato in salute, è stato riaffidato al proprietario dopo avere accertato, tramite il microchip e l'anagrafe canina, che si trattasse proprio di Wisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

  • Incidente di cantiere: autostrada chiusa in un senso, previsione riapertura in 48-72 ore

  • Giovane carabiniere investito mentre interviene su altro incidente: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento