menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Il notaio sventa il raggiro all’ereditiera, grazie a lui vengono arrestati i due truffatori

Alberto Morano si è insospettito e ha avvisato la polizia

Sono finiti in manette due pensionati, due truffatori con troppa voglia di avere sempre maggiore denaro a disposizione. Due figure che ricordano i personaggi immaginari di Collodi “Il Gatto e la Volpe”. Ad essere presa di mira una donna di 83 anni sola al mondo, con un ricco patrimonio e mentalmente ed emotivamente fragile.

I due hanno fatto leva proprio sulla sua non totale lucidità, ma non hanno fatto i conti con il notaio che hanno trovato sulla loro strada e che ha fiutato il tentativo di raggiro. Dopo essere entrati nella vita e nella casa della donna (ad abitarci), nell’arco di poche settimane i due hanno effettuato continui prelievi dal suo conto corrente finché non hanno fatto il passo più lungo della gamba, tentando il "colpaccio": volevano ottenere una procura per operare sui fondi di investimento intestati alla donna.  

Lunedì scorso hanno accompagnato la signora nello studio del notaio e consigliere comunale Alberto Morano, per ottenere una procura da usare in banca. Durante l’incontro al notaio sorgono vari dubbi, fa alcuni accertamenti, non ratifica l’atto e inizia a indagare sulla situazione finché non interviene la polizia che scopre che da una ventina di giorni i due uomini si erano trasferiti nell’alloggio della signora e che dal suo conto corrente erano stati fatti più prelievi da 500 euro (i furfanti avevano convinto l'anziana a richiedere un bancomat).

morano-2

 Inoltre i due truffatori avevano cercato di farsi comprare una casa al mare. Al termine delle indagini è scattato l’arresto dei due, da parte dagli agenti delle volanti, con l’accusa di circonvenzione di incapace. I due sono stati anche denunciati per furto aggravato, tentata truffa e indebito utilizzo di bancomat. L’indagine è stata coordinata dal pm Laura Longo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento