Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca San Benigno Canavese / Piazza Guglielmo da Volpiano, 2

Spedizione punitiva dopo l'approccio a una ragazza a San Benigno Canavese: 16enne rompe il naso a un coetaneo

Individuato e denunciato grazie alle telecamere

Un 16enne è finito in ospedale a Ivrea con una trentina di giorni di prognosi per vari traumi (tra cui il setto nasale rotto) e un suo coetaneo è stato individuato e denunciato qualche giorno dopo dai carabinieri, che avevano ricevuto la denuncia dei genitori della vittima, dopo un'aggressione avvenuta davanti all'istituto salesiano di San Benigno Canavese. L'episodio risale al pomeriggio del 21 gennaio 2021, ma è stato necessario eseguire tutti gli accertamenti del caso.

Le ragioni dell'aggressione, nella mente dell'autore del brutto episodio (che come la vittima abita in un paese dell'Alto Canavese), vanno trovate in un approccio tentato dall'aggredito nei confronti di una ragazza, fidanzata dell'aggressore. Dopo averlo saputo, il ragazzo denunciato avrebbe organizzato una sorta di spedizione punitiva con quattro amici (ritenuti poi estranei all'accaduto in quanto non hanno preso parte materialmente al pestaggio) per farla pagare al coetaneo, che frequenta appunto l'istituto salesiano di piazza Guglielmo da Volpiano.

Dopo essere stato malmenato, il ragazzo colpito aveva preso comunque il treno per tornare a casa e aveva raccontato tutto ai genitori. Dalla loro denuncia sono partite le indagini dei militari della stazione di Volpiano, che si sono concluse con l'individuazione del presunto responsabile. Le telecamere installate sul territorio di San Benigno Canavese, infatti, hanno documentato l'intero episodio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spedizione punitiva dopo l'approccio a una ragazza a San Benigno Canavese: 16enne rompe il naso a un coetaneo

TorinoToday è in caricamento