menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rapina violenta al semaforo, ragazza eroica insegue e fa arrestare la malvivente

La vittima è un'altra donna

A pochi giorni dalla “Settimana contro la violenza sulle donne”, a Torino emerge una storia di una tentata rapina tutta al femminile: dalla malvivente alla vittima, passando per colei che, di fatto, ha permesso di consegnarla alla giustizia.

E’ successo qualche sera fa nelle vicinanze di piazza della Repubblica. Una signora a bordo della sua Panda attende il verde ad un semaforo quando, improvvisamente, ecco spuntare la rapinatrice - una italiana del 1981 - che prima prende a pugni l’auto e poi apre lo sportello anteriore dell’auto, entra nell’abitacolo e aggredisce la malcapitata, afferrandola dai capelli e strattonandola con violenza: “Dammi i soldi e il cellulare e non ti accadrà niente”, le dice.

Ma la conducente della Panda inizia ad urlare dalla paura. E la scena viene vista da una ragazza in bicicletta, che prima cerca di capire cosa stesse accadendo e poi interviene, senza un attimo di esitazione.

Dopo aver urlato, riesce a far scappare la rapinatrice. Ma quest’ultima viene presa e arrestata per tentata rapina aggravata. Merito dei tanti dettagli forniti dalla vittima e soprattuto da quella ragazza in bicicletta, che non vuole passare per eroina, che l’ha seguita e si è segnata il modello e la targa dell’auto sulla quale la rapinatrice era salita per darsi alla macchia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento