Bollini e prove d'acquisto, a Nichelino nascono i supersconti

Alle porte di Torino c'è la più grande azienda italiana di tessere fedeltà e raccolte punti. Si chiama Seri Jakala e fattura 200 milioni all'anno

Dove nascono i bollini e le tessere delle raccolte punti? A Nichelino - anche - dove esiste un'azienda leader del marketing services. Si chiama Seri Jakala ed è il più grande gruppo italiano del settore, il quinto in Europa.

Al suo interno prendono vita i concorsi a premi e vengono studiati i rispettivi mercati di riferimento. Fattura 200 milioni di euro all'anno, dispone di 350 dipendenti di cui l'80 per cento è laureato (in ingegneria gestionale, matematica e statistica). E ha appena acquistato la più grande azienda italiana nell'analisi dei big data.

Per Seri Jakala i vecchi bollini delle raccolte punti non sono mai andati in pensione, anzi: fortissimi negli anni '80 e '90, oggi le prove d'acquisto resistono per la loro peculiarità di strumento "ludico". Perché il consumatore vuole giocare. E, possibilmente, anche vincere.

Un italiano, in media, ha in tasca almeno cinque tessere fedeltà, più o meno moderne e aggiornate in base alla tendenza del mercato. "Una volta ci si affidava alle previsioni e ai trend - spiegano dall'azienda -. Oggi, invece, grazie alla grande mole di dati di cui disponiamo, riusciamo a fare delle offerte di fidelizzazione sempre più mirate ed esclusive".

L'importante è "indovinare" il gusto del cliente, attraverso l'organizzazione di campagne mirate e l'analisi dettagliata dei consumi. L'obiettivo? Creare, sempre, un forte legame emozionale tra il prodotto e il suo consumatore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Sedato sull'ambulanza, si soffoca col vomito e poi muore in ospedale: inchiesta aperta

Torna su
TorinoToday è in caricamento