menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In 700 contro il trasloco del capolinea della linea 66: "Ripristinate il percorso originale"

La scelta del Gtt ha tagliato fuori corso Casale e corso Gabetti. E per molti anziani recarsi in un ospedale è diventata un'impresa

Da inizio novembre la linea 66 del Gtt non effettua più capolinea in piazzale Marco Aurelio ma in corso Quintino Sella. Lasciando completamente fuori corso Casale e corso Gabetti, insomma tutto il territorio della circoscrizione Sette. Una novità mal digerita dai residenti del quartiere Madonna del Pilone, in particolare dagli anziani che per recarsi fino alle Molinette sono ora costretti a prendere due mezzi invece che uno solo. Ma lo stesso 66 tornava utile anche agli utenti di Vanchiglietta, distanti solo un isolato da corso Casale. Così una delegazione si è presentata ieri in Comune di Torino, al diritto di tribuna.

«Hanno effettuato un taglio esagerato - dichiara la signora Donato -. Ci sentiamo fuori dal mondo, abbiamo solo più la linea 61 e siamo mal collegati con gli ospedali». Il quartiere ha raccolto 700 firme di protesta.  «Il nuovo capolinea in corso Quintino Sella, collocato su una carreggiata di appena dieci metri, aumenta il rischio di inquinamento acustico e atmosferico – spiega Natale Rabbione, secondo firmatario - e provoca una situazione di pericolo negli orari maggiormente frequentati dagli studenti per la confusione che si viene a creare su un asse viario piuttosto trafficato. Meglio allora piazzale Marco Aurelio, ampio, alberato e poco frequentato dalle auto».

Con i cittadini, a raccogliere le firme, anche il capogruppo della Lega Nord della Sette Daniele Moiso. «Chiederò una commissione alla presenza dell’assessore Lubatti - spiega Moiso -. E presenterò un’interpellanza per sapere dalla Circoscrizione cosa intendono fare per risolvere questa bega».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento