Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Via Verres

Spaccio a cielo aperto tra le vie di Barriera. I cittadini si ribellano

Ecco le foto e il dossier con i problemi di un quartiere dove i cittadini fanno le ronde per tenere lontani gli spacciatori. Una situazione che va avanti senza sosta da anni

Prosegue senza interruzioni la lotta per la difesa della vecchia Barriera. I protagonisti sono sempre i cittadini, per lo più pensionati, che si fanno in quattro pur di tenere lontano il degrado. Ogni giorno in giro per il quartiere a perlustrare quelle strade e quei marciapiedi che di sicuro hanno ormai davvero poco. Lo si capisce dalla presenza continua degli spacciatori. Nella multiculturale Barriera di Milano, infatti, neanche la luce del sole rappresenta più un tabù per i pusher. Così diventa normale anche vendere la droga agli incroci tra corso Vercelli e via Cigna. Come in via Desana, via Verres e via Palestrina. Gli stessi incroci dove la gente passa ogni giorno con il proprio cane o con la prole al seguito. E c’è chi non si fa alcun problema a denunciare tristi realtà che di solito si registrano di sera.

Lo spacciatore ben vestito con in mano un ovulo di cocaina confezionato. Un tesoretto pronto a finire nelle mani di qualche tossico, in cambio della giusta banconota. E poi via, ognuno per la sua strada. Niente polizia, niente scocciatori. Teoricamente. Agli anziani che pattugliano le strade bastano pochi secondi per immortalare la scena. Gli stessi pensionati che di notte fanno le ronde, gli stessi che un anno fa hanno persino litigato con gli spacciatori costringendo i carabinieri ad intervenire nel cuore della notte. “Eppure tutto ciò può succedere anche alle 10 del mattino – racconta Angelo del comitato di Barriera -. Siamo stufi di inseguire ogni giorno gli spacciatori. Vogliamo più controlli e soprattutto esigiamo pene più severe per coloro che vendono la droga sotto le nostre case”.

A rafforzare la tesi dei comitati ci penseranno anche quelle 600 firme già depositate in Comune. E a Palazzo Civico si prepara a far battaglia anche il capogruppo della Lega Nord Fabrizio Ricca. “Presenterò una mozione che impegnerà il sindaco a risolvere i problemi di una zona dimenticata – dichiara Ricca -. Basta spot elettorali. Barriera ha bisogno di interventi concreti, i cittadini non possono continuare a fare le ronde”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio a cielo aperto tra le vie di Barriera. I cittadini si ribellano

TorinoToday è in caricamento