Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Filadelfia / Via Giordano Bruno

Spaccio e aggressioni, il quartiere raccoglie 930 firme per lo sgombero dell'ex Moi

I cittadini, dopo due anni di problemi, si sono presentati al Diritto di Tribuna per chiedere l'allontanamento dei clandestini che vivono nella palazzina.

Spaccio a tutte le ore, aggressioni e un’occupazione illegale in corso nei pressi del Moi di via Giordano Bruno. Basterebbero questi tre argomenti per spiegare i motivi che hanno indotto i residenti di borgo Filadelfia a raccogliere 930 firme. Una petizione popolare che ha consentito ad una delegazione di partecipare al consueto Diritto di Tribuna. La situazione dalle parti dell’ex villaggio olimpico, del resto, è andata peggiorando di giorno in giorno. Nessuno sa quanti profughi vivano nelle palazzine occupate due anni fa, nemmeno la Città che di recente è stata malamente accolta durante un sopralluogo.

Tre sono gli interventi chiesti dai cittadini. Il primo riguarda la tutela del patrimonio pubblico degli edifici storici della zona contro possibili atti di vandalismo e occupazioni abusive. Il secondo la velocizzazione dei tempi per la procedura di assegnazione delle Arcate. Mentre in ultima battuta è stato chiesto di prevedere azioni di contrasto da parte delle forze dell’ordine contro i sempre più frequenti atti di microcriminalità. “E’ un quartiere che da due anni fatica a rialzarsi - accusa Alessandro Lupi, consigliere di Fi della Nove e primo firmatario -. Noi tutti condanniamo l’occupazione abusiva del Villaggio Olimpico e chiediamo che vengano presi dei provvedimenti”.

Ma la questione profughi, per quanto grave, non è l’unica patata bollente. A complicare le cose anche il trasferimento dei mercati generali a Grugliasco che ha avuto un forte contraccolpo per l’economia del territorio. La mancanza di una riqualificazione, il commercio in crisi e il crollo del prezzo delle abitazioni gli altri tasselli che hanno contribuito ad affondare la barca.

“I fasti olimpici sono durati poco – ha ribadito Alfonso, il secondo firmatario -. Oggi abbiamo persino paura di scendere di casa dopo una certa ora. Dalle nostre finestre vediamo spacciare e non possiamo far nient’altro se non chiedere un aiuto alle forze dell’ordine”.  A chiedere lo sgombero anche il capogruppo di FdI in Comune di Torino Maurizio Marrone. “La Città non può più ignorare il problema. In mezzo a tanti bisognosi si nascondono clandestini e personaggi pericolosi. E tutti ne sono al corrente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio e aggressioni, il quartiere raccoglie 930 firme per lo sgombero dell'ex Moi

TorinoToday è in caricamento