Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca San Donato / Via Jacopo Durandi

Rivolta a San Donato: "No alla pedonalizzazione di via Durandi"

I residenti del quartiere hanno raccolto 563 firme per chiedere al Comune di Torino di rivedere il progetto di pedonalizzazione della via

Sono 563 i torinesi che hanno firmato la petizione al consiglio comunale, presentata questa mattina, per chiedere di rivedere il progetto per la pedonalizzazione di via Durandi, nel tratto compreso fra via San Donato e via Carlo Vidua. Un punto della Quarta circoscrizione denominato “Piazza dei Mestieri”. La strada è stata chiusa al traffico lo scorso mese di ottobre per garantire la sicurezza degli studenti di un istituto superiore che vi si affaccia e che occupa tutti e due i lati della via.

Una presa di posizione del Comune che non ha convinto i firmatari che chiedono di sospendere la realizzazione dell’area pedonale per rivedere il progetto ed eventualmente trovare soluzioni alternative che non penalizzino i residenti della zona. Quattro i punti evidenziati: la mancanza d’informazione verso il territorio, la mancanza di discussione del progetto in Circoscrizione, la mancanza di una verifica della compatibilità del progetto con le esigenze di traffico della zona e la diminuzione di parcheggi in un’area già sovraffollata di auto.

“Chiediamo di intervenire sull’importante asse viario – spiega Ferdinando Cartella, uno dei cittadini presenti all’audizione - per evitare imbottigliamenti di veicoli nelle strade limitrofe. Serve una soluzione che consenta comunque il passaggio delle auto in via Durandi ma limitando la velocità con dossi artificiali, strisce pedonali e restringimenti di carreggiata”. La via potrebbe comunque essere chiusa totalmente al traffico, ma solamente in occasione di eventi o iniziative temporanee.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivolta a San Donato: "No alla pedonalizzazione di via Durandi"

TorinoToday è in caricamento