Raccolta differenziata, in città un lento miglioramento rispetto al 2013

Il sistema "porta a porta" fa registrare più alte percentuali rispetto alle zone in cui vige ancora la raccolta tradizionale. L'obiettivo del Comune nei prossimi anni è il 50%

Nel 2014 la Città di Torino ha raggiunto il 42,2% di raccolta differenziata, contro il 41, 8% del 2013. Un andamento lento che però registra un piccolo miglioramento e i cui dati, secondo l'assessore all'Ambiente del Comune Enzo Lavolta, sarebbero in linea con le aspettative della Giunta. "Bisogna anche considerare - ha precisato l'assessore - che per tre anni, dal 2009 al 2012, il sistema di raccolta "porta a porta" è stato fermo". Resta il fatto che la media nazionale si aggira sul 43% e Torino potrebbe fare di più.

Per trovare le differenze reali di risultati sulla raccolta differenziata in città tra il 2013 e il 2014, bisogna analizzare il lungo periodo poichè i dati su base mensile cambiano a seconda di diversi fattori. E' stato rilevato infatti che, l'anno scorso, un aumento di raccolta - e quindi un miglioramento - c'è stato da luglio in avanti, per tutto il restante periodo del 2014.

In particolare il servizio di raccolta "porta a porta", che copre il 50% della superficie cittadina, ha contribuito a raggiungere buone percentuali nei 13 quartieri torinesi dove è già stato attivato, per circa 400.000 residenti totali. Qui infatti i dati si aggirano su una media di raccolta del 60% mentre nelle restanti zone, ancora interessate dalla tradizionale raccolta dei rifiuti, le percentuali si assestano attorno al 30%.

Entrando nel dettaglio del 2013 infatti, le differenze tra quartiere e quartiere sono abissali. Pozzo Strada, Campidoglio, Lucento, Borgo Po e Nizza, due anni fa, hanno sfiorato il 65% mentre nello stesso periodo, San Donato, San Paolo, Vanchiglia e Vanchiglietta e altre zone dove la raccolta differenziata è ancora quella tradizionale, non si è superato 37%.   

"L'obiettivo del prossimo quinquennio - ha precisato Lavolta - è quello di centrare il 50% della raccolta differenziata. Un traguardo, a detta di molti, non strepitoso ma raggiungibile". La raccolta di rifiuti "porta a porta" è partita, in questo 2015, anche nel quartiere Crocetta e prossimamente verrà estesa anche a San Salvario ma per ottenere risultati soddisfacenti, servono fondi e altre iniziative che sensibilizzino i cittadini sull'argomento. Come quella, sulla raccolta dei piccoli elettrodomestici, che da marzo è attiva nella circoscrizione 9.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento