menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Colonnello Emanuele De Santis con Quinto Buffo

Il Colonnello Emanuele De Santis con Quinto Buffo

Prascorsaro, i vertici dell’Arma per i 104 anni di Quinto Buffo

Prigioniero di guerra in Polonia, l'Appuntato tenne alto il nome della Benemerita

Per il compleanno speciale di Quinto Buffo, 104 candeline, a Prascorsano è giunto il comandate provinciale di Torino, il Colonnello Emanuele De Santis che ha portato al festeggiato un regalo e il messaggio augurale del generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri.

Nato nel minuscolo comune del Canavese il 16 gennaio 1913, Quinto Buffo si arruolò nell’Arma e lavorava nel servizio postale per i Carabinieri in Grecia quando scoppiò il secondo conflitto mondiale. 

Venne fatto prigioniero e un po’ a piedi un po’ in treno, tra rocambolesche fughe e ripetute drammatiche catture, venne internato in un campo di prigionia in Polonia. Dopo gli orrori della guerra tornò ad indossare l’uniforme dell’Arma fino al raggiungimento della pensione. “Nei secoli fedele” è il motto della “Benemerita” e l’Appuntato Quinto Buffo è l’emblema che Carabinieri si rimane per sempre.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento