Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Mozzarelle blu: batteri e malconservazione, quattro indagati

Per gli indagati da Guariniello si profila il processo con l'accusa del reato di vendita di alimenti non genuini come genuini e della violazione della legge 283 del 62 sugli alimenti

La Procura di Torino ha chiuso l'inchiesta sulle mozzarelle blu. Quattro le persone indagate dal pm Raffaele Guariniello tra cui, da quanto si apprende, gli amministratori delegati della Granarolo e della Jaeger.

Le indagini della magistratura torinese andavano avanti ormai da diverso tempo per via delle numerose segnalazioni ricevute. Il colore bluastro era stato riscontrato in mozzarelle di varie marche e acquistate in più di un supermercato. La mozzarella diventava blu una volta aperta la confezione a causa di alcuni batteri presenti come lo pseudomonas, l'enterobacter cloacae e l'escherichia coli. Altra cosa riscontrata è che gli alimenti erano spesso malconservati e prodotti in stabilimenti, italiani e tedeschi, con acque di pozzo non potabili ma contaminate.

Per gli indagati si profila il processo con l'accusa del reato di vendita di alimenti non genuini come genuini e della violazione della legge 283 del 62 sugli alimenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozzarelle blu: batteri e malconservazione, quattro indagati

TorinoToday è in caricamento