Pusher spende i soldi falsi dei clienti in panetteria, incastrato dai carabinieri

L’uomo ha comprato pane, pizza e altri generi alimentari con due banconote contraffatte. Trovata droga in casa sua 

Sono stati pane e pizza a far finire nei guai un pusher 31enne del Torinese, il quale riciclava i soldi falsi dei clienti negli esercizi di generi alimentari.

Tutto è partito da un’indagine, effettuata dai carabinieri di Rivoli, legata alla spendita di due banconote da 50 euro false in una panetteria di Buttigliera Alta, un piccolo comune di 6mila abitanti in provincia di Torino. Da questo episodio, i militari sono riusciti a risalire a M. S., residente a Buttigliera, ora ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e spendita di banconote false. 

La perquisizione effettuata nella casa del pusher ha consentito di rinvenire, nascosti in un armadio, 130 grammi circa di marijuana in varie dosi, 70 grammi di hashish in ovuli, un bilancino di precisione e del materiale per tagliare e confezionare la droga, oltre a 670 euro in contanti, probabile ricavato di pregressa attività di spaccio. Nessuna altra banconota falsa è stata trovata nell’abitazione.

Le due banconote contraffatte, ricevute come pagamento nell’attività di spaccio, erano state utilizzate dal pusher per comprare pane, pizza e altri generi alimentari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento