menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

18enne riconosciuto durante un controllo: aveva ostacolato l’arresto di un pusher

In tasca aveva 1300 euro in contanti e due telefoni cellulari

Nei giorni scorsi, poco prima delle due di notte, mentre transitavano in piazza Montanaro e nelle vie limitrofe, gli agenti della Squadra Volante hanno riconosciuto uno straniero che alcuni giorni prima, insieme ad altri, aveva cercato di ostacolare i poliziotti durante l’arresto di un pusher. Per questo gli agenti hanno deciso di fermare lo straniero. Si tratta di un 18enne senegalese irregolare sul Territorio Nazionale e con precedenti di polizia a carico che, alla vista degli agenti, si è dato alla fuga ma è stato fermato.

Con sé aveva la somma di 1300 euro in contanti e due telefoni cellulari. Quando ha realizzato che il denaro e i telefoni gli sarebbero stati sequestrati, ha opposto resistenza ed è stato tratto in arresto. Il senegalese è stato anche deferito all’Autorità Giudiziaria per concorso in favoreggiamento personale in relazione ai fatti avvenuti lo scorso 8 luglio.

Arrestato un connazionale recidivo

Nella stessa giornata gli operatori della Squadra Volante hanno arrestato, per false attestazioni sull’identità personale, un altro senegalese. Quest’ultimo, per ben quattro volte nell’arco di cinque mesi aveva sempre falsamente dichiarato di essere minorenne al fine di sottrarsi ai provvedimenti di polizia.

Il giovane era sempre stato individuato nell’area di piazza Montanaro. In due precedenti occasioni era stato trovato in possesso di sostanza stupefacente detenuta ai fini di spaccio e deferito all’Autorità Giudiziaria. A carico dello straniero sono emersi tre Ordini del Questore di abbandonare il Territorio Nazionale ai quali il giovane non ha mai ottemperato.   
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento