Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Punti Blu Salva Vita, inaugurati in due scuole di Torino i primi defibrillatori automatici

Saranno inaugurati negli istituti Primo Levi e Albe Steiner i primi defibrillatori automatici del progetto Torino Cuore, per la salvaguradia della vita e l'apprendimento del primo soccorso

Punti Blu Salva Vita. Si chiamano così le due postazioni dotate di defibrillatore semi-automatico che verranno inaugurate stamane in due importanti scuole di Torino, l'Istituto Primo Levi in corso Unione Sovietica e l'Istituto Albe Steiner di Lungo Dora, da oggi, così, cardio-protetti. Le apparecchiature prendono parte al progetto Torino Cuore che, grazie alla collaborazione di Specchio dei Tempi della Stampa, è riuscito a disporre di ben 18 postazioni, da distribuire a tutte le scuole che aderiranno o hanno già aderito al progetto.

Come afferma il presidente di Piemonte Cuore onlus Marcello Segre, il progetto Torino Cuore si pone come obiettivo quello di divulgare i gesti salva vita e l'importanza della prevenzione, sia per ciò che riguarda la defibrillazione precoce, sia per garantire una cardio-protezione di tutti gli edifici scolastici. Grande importanza, per il progetto, è, inoltre, l'opera di sensibilizzazione affettuata nelle scuole ad opera di collaboratori esperti che hanno preso parte a diversi corsi formativi. Ad oggi, come spiega Segre, sono più di 1200 gli allievi delle 18 scuole interessate, ad aver seguito il primo ciclo di lezioni.

"L'obiettivo - afferma Segre a Repubblica.it- è quello di cardio-proteggere le scuole e creare con l'aiuto degli insegnanti e dei dirigenti scolastici una cultura di prevenzione e salvaguardia della vita", perchè sono ancora tante le paure legate al primo soccorso ed all'utilizzo di quelle apparecchiature, come il defibrillatore, che possono davvero salvare la vita. E basta davvero poco per imparare ad utilizzarle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punti Blu Salva Vita, inaugurati in due scuole di Torino i primi defibrillatori automatici

TorinoToday è in caricamento