Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Strada Arrivore

Coltivatori e consiglieri in strada per ripulire il parco dalle prostitute

Un gruppo di persone si sta occupando di raccogliere i fazzoletti e i preservativi usati lasciati lungo strada dell'Arrivore. E alla polizia è già arrivata una petizione

Dove non arriva il buon senso possono arrivare gli onesti cittadini. Basta soltanto una scopa, una paletta e una buona dose di pazienza. Come hanno fatto i coltivatori degli orti urbani e i consiglieri della circoscrizione Sei che hanno deciso di adottare il metodo fai da te per allontanare il degrado da strada dell'Arrivore, una zona che di notte diventa il punto di ritrovo delle prostitute e dei loro clienti.

Per rendere pulito il parco, di giorno frequentato dai bambini, alcuni volontari hanno deciso di alzarsi di primo mattino per raccogliere e buttare via i fazzoletti sporchi, gli involucri di plastica e i preservativi usati. Ossia lo spettacolo indecente che i gestori degli orti si ritrovano davanti alle loro casette ogni mattina.

Il problema prostitute, infatti, non è ancora stato sconfitto. Basta buttare un occhio in via Botticelli per vedere come le lucciole prendano possesso del territorio. “Aspettando i clienti sul marciapiede e poi vengono a consumare in strada dell'Arrivore, una via dove non passa mai nessuno” racconta un residente. Quello che rimane  al mattino è facile da immaginare, sparso lungo la strada e nei pressi dei cancelli che conducono agli orti. Centinaia di condom e sacchetti dell’immondizia gettati dove capita. Un via vai che ha letteralmente finito per stufare anche le vicine aziende che hanno deciso di aderire alla maxi raccolta firme inviata alle forze dell'ordine e al Comune di Torino.

“Da quattro mesi vengo qui a pulire la strada – racconta Giovanni Mo, il coordinatore della sottocommissione Partecipate -. Ogni mattina è  la stessa storia, davanti alle  baracche trovo tappeti di profilattici e  fazzoletti. Bastano venti minuti per raccogliere tutto e rendere l'area nuovamente pulita”. La città di Torino, verosimilmente, valuterà di inserire anche tre cestini dell'immondizia in via Botticelli mentre prossimamente alcune associazioni del territorio cercheranno di convincere le prostitute a lasciare la strada a valutare altre opportunità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivatori e consiglieri in strada per ripulire il parco dalle prostitute

TorinoToday è in caricamento