Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Aurora / Lungo Dora Savona

I pensionati ripuliscono le sponde del degrado da siringhe ed erbacce

I comitati di borgo Aurora si sono dati appuntamento sul lungo Dora per dare una ripulita alle sponde del fiume. Gli anziani hanno cancellato foglie, lattine e siringhe

Dove non arrivano le istituzioni di solito ci pensano i residenti del quartiere. E così è accaduto anche questa volta. Ieri mattina i volontari del quartiere borgo Aurora sono tornati a pulire le disastrate sponde della Dora, tra il ponte di via Bologna e quello di corso Giulio Cesare famoso per i tossici e per i tappeti di bottiglie. Con loro al lavoro anche i rappresentanti dei comitati, pronti a tutto pur di contrastare i fenomeni legati alla sporcizia, al consumo della droga e agli atti vandalici. I più coraggiosi sono persino scesi a ridosso del fiume per rimuovere i fazzoletti sporchi di sangue e le siringhe gettate tra le piante dai tossici che ogni giorno affollano le sponde. Le siringhe, abbandonate tra l’erba alta e i rametti, sono state gettate nei bidoni dell’immondizia.

Un grande lavoro è stato portato avanti anche per la rimozione delle numerose cartacce, delle bottiglie, delle lattine abbandonate nelle aiuole e dei mozziconi di sigaretta. Ogni pensionato si è portato dietro scope, palette, sacchetti. Tanti coloro che hanno rastrellato le numerose foglie sparse sul terreno. “Dopo due interventi i genitori hanno ripreso a portare i loro piccoli in questa zona – spiegano alcuni volontari -. La risposta è stata positiva, ora proveremo a coinvolgere anche i giovani che frequentano l’area”.

Una protesta civile e silenziosa per ricordare all’amministrazione comunale e alla circoscrizione Sette gli impegni presi anzitempo per la zona di borgo Dora e borgo Aurora. “Molte sono le lamentele ma noi vogliamo continuare a dare il buon esempio -  spiega Carmine Batilde, il presidente del comitato spontaneo Sponde Dora e vie limitrofe -. Il nostro gesto deve servire per far capire che i cittadini, contrariamente alle istituzioni, non abbandonano il territorio in cui vivono”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I pensionati ripuliscono le sponde del degrado da siringhe ed erbacce

TorinoToday è in caricamento