Cronaca Madonna di Campagna / Via Giuseppe Massari

Privati e Città. Via al patto per pulire la maxi discarica di via Massari

L'area invasa dall'immondizia appartiene per il 90% ai privati. Il Comune e la circoscrizione Cinque, però, spingono per la bonifica e per l'installazione di sbarre o cancelli che impediscano l'accesso ai furbetti

L’emergenza discariche tra via Massari e via Paolo Veronese dura da alcuni anni. Presto però potrebbe diventare solo un ricordo. Merito del Comune di Torino e della circoscrizione Cinque che stanno lavorando fianco a fianco con i privati per trovare l’accordo per la maxi bonifica dell’area.
Un tratto di via, presente tra via Paolo Veronese e corso Grosseto, letteralmente invaso dai rifiuti. Il civico 240 – questa l’indiscrezione - verrà chiuso per poi procedere ad un’importante quanto indispensabile operazione di pulizia. Una bella notizia che farà felici anche i residenti che si erano lamentati di recente sia per le condizioni della strada sia per i cattivi odori provenienti dalla  mostruosa discarica a cielo aperto.

Il passaggio privato, va detto, non verrà pulito per intero dal Comune di Torino. L’amministrazione comunale si occuperà soltanto dei trenta metri di sua competenza, circa il 10% dell’intera area. Ai privati toccherà pulire il restante 90%. All’amministrazione anche il compito di dialogare con i proprietari dei tratti di strada privata per fare in modo che la bonifica non sia solo parziale ma definitiva.

"La nostra idea è quella di pulire le strade e i marciapiedi inserendo in un secondo tempo delle sbarre o dei cancelli – racconta Paola Bragantini, la presidente della circoscrizione Cinque -. L’intervento servirà ad evitare che la spesa sia fine a se stessa. Servono provvedimenti per tenere lontani gli scaricatori che da un po’ di tempo hanno preso di mira quest’area".

Un’emergenza sanitaria di cui a Madonna di Campagna sono tutti a conoscenza. Tra le aziende di via Massari, infatti, giacciono da mesi tonnellate di rifiuti depositati senza tanti complimenti da qualche furbetto. La via, come già raccontato più volte, continua ad essere off-limits per le auto. Colpa di vecchi frigoriferi, bottiglie, materassi, divani e montagne di pneumatici. "Siamo stati chiari con i privati. Vogliamo che questa sia l’ultima maxi pulizia" ha concluso la presidente Bragantini.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Privati e Città. Via al patto per pulire la maxi discarica di via Massari

TorinoToday è in caricamento