menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stretta contro i vandali, Atc ripulisce i muri delle case popolari

Il progetto è nato nell’ambito della collaborazione tra Amiat e Atc per garantire la pulizia e il decoro nei quartieri

Via Gaidano, via San Massimo, via Barbaroux, via Bioglio, via Cravero, corso Lecce e via Nicola Fabrizi, l’ex villaggio Snia di corso Vercelli. Le facciate Atc nel mirino dei vandali sono tornate come nuove. Si è chiusa in questi giorni l’operazione di pulizia dei graffiti sulle pareti delle case popolari avviata dall’Agenzia di corso Dante in collaborazione con Amiat. L’inziativa è partita per la prima volta e in via sperimentale su di un primo lotto di edifici, quelli su cui campeggiava il maggior numero di scritte con lo spray su facciate ristrutturate di recente.

La tecnica è la stessa già utilizzata  da Amiat nel resto della città di Torino: una nuova tecnologia a basso impatto ambientale, che usa una ridotta quantità di acqua nebulizzata ad altissima pressione senza agenti chimici. Molte delle scritte rimosse erano state segnalate direttamente dagli abitanti, che stanchi di vedere l’opera dei vandali armati di spray hanno chiesto ad Atc di cancellarle: «il nostro patrimonio è ancora troppo spesso preda di vandalismi – spiega il presidente Mazzù – e l’Agenzia spende decine di migliaia di euro per farvi fronte.

Il progetto è nato nell’ambito della collaborazione tra Amiat e Atc per garantire la pulizia e il decoro nei quartieri popolari: “qualche mese fa è stata avviata una campagna di comunicazione per prevenire l’abbandono di rifiuti ingombranti mentre il prossimo passo sarà quello di sensibilizzare gli abitanti a differenziarli correttamente».

E ora che le scritte sono state cancellate, l’Agenzia si prepara a fare largo alla street art. Perché i graffiti, quando sono autorizzati e opera di artisti, contribuiscono invece ad abbellire un palazzo. Proprio di recente, con il benestare di Atc, l’androne di uno stabile in via Nizza è stato rimesso a nuovo grazie all’opera dei writer Nox, Scorie e Orma mentre sempre il writer Karim Cheriff è autore delle due panchine rosse contro il femminicidio realizzate nelle case popolari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento