rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Ivrea

Lite tra detenuti, un poliziotto interviene e viene colpito con un pugno

Trasportato in ospedale

Un agente di polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Ivrea è stato ferito con un pugno in faccia da un detenuto nella mattinata di ieri, lunedì 3 settembre 2018. E' stato trasportato nell'ospedale cittadino, medicato e dimesso con una prognosi di otto giorni.

L'aggressore, un marocchino di 35 anni, condannato per danneggiamento e rapina aggravata, con fine pena 2019, era venuto alle mani con un detenuto Italiano e il poliziotto era intervenuto per separarli.

A dare la notizia dell’episodio è l’Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci che dichiara: "Avevamo già segnalato il carcere di Ivrea che si trova ad essere sostanzialmente in balia della popolazione detenuta in ragione delle incomprensibili gestioni sia in sede locale e sia in sede regionale nonché di una gravissima carenza di organico del personale di polizia penitenziaria. Sono queste le condizioni per cui il carcere cessa di assolvere alla propria funzione istituzionale e malgrado il sacrificio degli addetti del corpo, in ragione anche di una politica penitenziaria dissennata ed incoerente, contribuisce a ingenerare situazioni di reale insicurezza per la collettività esterna”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra detenuti, un poliziotto interviene e viene colpito con un pugno

TorinoToday è in caricamento