Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Troppi turisti in città, vicino i musei spunta la Protezione Civile

Mel ponte di Pasqua ad aiutare i turisti ci hanno pensato anche i volontari della Protezione Civile. Ne è nata però una mini polemica perché questi non darebbero una bella immagine della città

I ponti festivi ormai sono accompagnati da migliaia di turisti che arrivano in città. Musei e strade cittadine sono prese d'assalto, così come è successo nei giorni di Pasqua e pasquetta. Proprio per aiutare i tanti visitatori, il Comune nell'ultimo fine settimana ha dato l'incarico a diversi uomini della Protezione Civile di presidiare le zone museali per aiutare i turisti e dare indicazioni.

Una scelta che è servita a chi conosce poco la città di Torino, ma anche a chi voleva qualche semplice informazione. E' però nata contemporaneamente una polemica, sollevata in particolare dall'assessore regionale all'Ambiente Roberto Ravello, secondo cui la presenza dei volontari nel centro cittadino non ha dato una bella impressione. Per l'esponente della Giunta di Roberto Cota è come se il capoluogo non sia preparato ai turisti e quindi c'è bisogno di ricorrere alla Protezione Civile.

In comune invece sono di parere opposto. Il ritorno a quanto era stato fatto durante le Olimpiadi di Torino 2006 servirebbe a far sì che i turisti, ma anche i torinesi stessi, non siano sperduti e lasciati a loro stessi, soprattutto nei punti di massimo affollamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi turisti in città, vicino i musei spunta la Protezione Civile

TorinoToday è in caricamento