menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova aggressione in via Biella: polemica sulle case occupate

Un meticcio è stato aggredito dai cani degli squatter. Il rapporto tra giovani dei centri sociali e residenti della zona Valdocco è ai minimi termini. I comitati avrebbero già chiesto alle forze dell'ordine lo sgombero

Il quartiere Valdocco torna alla carica contro gli squatter. L’occupazione di una palazzina abbandonata in quel di via Biella continua a rappresentare più di un problema per i comitati di zona. E gli episodi di delinquenza si moltiplicano, anche ai danni degli amici a quattro zampe.

Come ci racconta un residente della zona. Un meticcio di proprietà di un pensionato, infatti, è stato assalito da un cane di grossa taglia appartenente ad un giovane riconducibile all’area anarchica. Al momento dell’aggressione l’animale non aveva la museruola e nemmeno un guinzaglio e soltanto un miracolo ha evitato guai peggiori. A decidere di denunciare una situazione ormai esplosiva è il signor Leonardo, il padrone del meticcio.

“Un grosso cane, forse un alano, si è avventato sul mio cucciolo – racconta ancora preoccupato l’uomo -. Sono riuscito in un frazione di secondo a prenderlo in braccio ma per poco quel bestione non ha morso anche me. In quel momento è nato un parapiglia con alcuni ragazzi, poi per evitare altre rogne ho dovuto levato le tende”. Ma non è certo la prima volta che un cittadino della zona denuncia aggressioni o problemi con i ragazzi dei centri sociali della zona.

“Da  quando gli anarchici hanno preso possesso di quella palazzina la nostra vita è cambiata. E di sicuro non in meglio” racconta senza troppi giri di parole un altro anziano. Gli squatter, infatti, hanno rotto due mese fa i lucchetti forzando senza troppi problemi il portone principale.

E sempre stando al racconto di alcuni vicini di casa gli abusivi avrebbero anche manomesso i contatori prima di deviare i cavi e allacciarsi abusivamente alla rete pubblica. Un problema di ordine pubblico già denunciato in consiglio di circoscrizione Sette dalla consigliera del Pdl Maria Luigia Antonacci. “Ho chiesto tutte le novità sullo sgombero dei locali di via Biella  - spiega Antonacci -. Ancora una volta non ho ricevuto risposte e questo è molto preoccupante. Gli squatter non devono diventare i padroni del quartiere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento