Cronaca Centro / Via Giovanni Giolitti, 33

Costretti a seguire la lezione seduti a terra, gli studenti si ribellano

Questa mattina in via Giolitti sono arrivati Vigili del Fuoco, Polizia municipale e Digos. Gli studenti li hanno chiamati perché stufi di fare lezione in 300 in aule da 90 posti

Dopo due giorni costretti a seguire le lezioni seduti per terra o in piedi direttamente, alcuni studenti dell'Università di Torino, della facoltà di Scienze della Formazione, hanno detto "basta". in 300 si sono rifiutati di entrare nell'aula del dipartimento di via Giolitti, capiente solo con 90 posti a sedere.

Sono stati chiamati i Vigili del Fuoco, la Questura di Torino e la Polizia municipale. Insieme a loro è intervenuta sul posto anche la Digos. Con l'intervento delle forze dell'ordine si è calmato tutto all'esterno del dipartimento, mentre all'interno si è discusso animatamente sul punto in questione.


La situazione dei posti mancanti non è nuova nelle Università. A Palazzo Nuovo è prassi fare lezione seduti a terra a causa delle aule meno capienti di quanto dovrebbero essere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costretti a seguire la lezione seduti a terra, gli studenti si ribellano

TorinoToday è in caricamento